Consigli per freelancers

4 consigli pratici per freelancers

[divider]

Hai deciso di lavorare da solo, lavorare su ciò che ti piace, come, quando e dove vuoi. Tuttavia, c’è qualcosa che non funziona. Vuoi che i tuoi affari prosperino? Dunque non trascurare questi 4 consigli pratici per freelancers.

Se lavori come libero professionista e stai leggendo questo, ti ruberemo solo poco tempo. Sappiamo che il tuo tempo = denaro, quindi ti presentiamo rapidamente questi suggerimenti per freelancers.

Come essere un lavoratore freelance senza morire nel tentativo?

Il segreto è in questi quattro punti:

[ux_image id=”4877″] [divider]

1. Specializzati: qual è il tuo vantaggio competitivo?

I veri esperti non fanno 1.000 cose, ma poche cose però 1.000 volte. Offrono meno servizi, si specializzano, aggiungono più valore ai loro servizi e finiscono per guadagnare più denaro.

Se hai rilevato il tuo punto di differenziazione, specializza e inizia a ottenere profitti più elevati per il tuo lavoro… ¿In cosa sei bravo?

[divider height=”42px”]

2. Valorizza il tuo lavoro e impara a dare un prezzo al tuo lavoro … e al tuo tempo!

Ogni professionista deve avere una tariffa oraria predefinita su cui basare i propri prezzi, indipendentemente dal fatto che successivamente decida di farsi pagare per progetto.

In questo senso, uno dei primi consigli per i freelancers principianti è sapere come valutare il lavoro che svolgono. Un esercizio in cui entrano in gioco diversi elementi: conoscenza, tempo e autostima. Non dovresti mai sottovalutare il tuo lavoro e i tuoi sforzi, né fissare prezzi esorbitanti che non si adattano a ciò che offri.

La fórmula para calcular la hora básica de un trabajador freelance sería = (salario mensual + gastos fijos) / horas de trabajo 

E non dimenticare di calcolare le vacanze e le ore improduttive!

Se vuoi salvare i tuoi calcoli, puoi sempre usare i diversi strumenti che troverai online per scoprire quanto dovresti farti pagare per il tuo lavoro. Non aver paura di comunicare le tue tariffe, il cliente ha sempre la possibilità di accettarle o meno. Certo, è sempre utile investigare i prezzi che si muovono sul mercato, “qual è il prezzo della mia concorrenza?

[divider] [ux_image id=”4873″] [divider]

3. Riduci le tue spese

È una realtà, come freelance hai molte spese. Quindi inizia a ridurle dall’inizio, iniziando con le spese che passano inosservate. Hai mai sentito parlare di commissioni bancarie nascoste?

Molti lavoratori autonomi decidono di aprire un conto bancario con cui operare e finiscono per ottenere più svantaggi che benefici. Commissione per la gestione del conto, commissione per entrate insufficienti, ecc.

Esistono alternative per evitare queste commissioni non necessarie. Ad esempio, carte prepagate senza un conto corrente. I tuoi soldi in modo sicuro e senza pagare costi aggiuntivi.

[divider height=”42px”]

4. Rendilo facile

Semplifica al massimo il tempo che dedichi alle tue procedure amministrative. Non complicarti.

Inizia separando le spese personali dalle impresariali. In questo modo, sarà più facile per te monitorare tutte le spese e le entrate, senza perdere tempo.

Un’altra opzione per semplificare il tuo lavoro è quella di non mediare con banche e/o gestori. Usa servizi semplici, intuitivi e utili per il tuo lavoro, come una carta prepagata Bitsa Card. Veloce, comoda e semplice: scarica l’app sul tuo telefonino e controlla tutti i tuoi soldi senza la necessità di conti correnti, contratti con centinaia di clausole e niente ficcanaso che guardano cosa fai con i tuoi soldi. Una carta virtuale gratuita con la quale puoi lavorare comodamente.

Puoi anche cambiare il tuo modello di lavoro e offrire servizi prepagati, di pagamento anticipato. Conosci qualche negozio online che consegna i suoi prodotti prima dell’acquisto?

Vedi? Questi 4 consigli pratici per freelancers come te possono aiutare la tua azienda o almeno aiutarti a vivere e lavorare con meno preoccupazioni.

[divider height=”42px”] [section padding=”0px” height=”0px” margin=”0px”] [row h_align=”center”] [col span__sm=”12″ align=”center”] [divider width=”150px” color=”rgb(255, 173, 0)”]

Non perderti…

[row_inner style=”collapse” h_align=”center”] [col_inner span=”9″ span__sm=”10″ span__md=”11″] [divider width=”150px” color=”rgb(255, 173, 0)”] [divider margin=”2.6em”] [blog_posts style=”normal” type=”row” columns=”2″ columns__sm=”1″ columns__md=”2″ depth=”4″ ids=”4892,4646″ show_date=”false” excerpt=”false” image_height=”56.25%”] [/col_inner] [/row_inner] [divider height=”250px” margin=”-5.9em”] [/col] [/row] [/section]

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.